1. Il liceo Avogadro considera i Viaggi di istruzione, le visite guidate a musei-mostre-manifestazioni culturali di interesse didattico, le lezioni con esperti e visite a enti istituzionali o amministrativi, la partecipazione ad attività teatrali e sportive, la partecipazione a manifestazioni culturali o didattiche e a gare sportive, i gemellaggi e lo scambio scuola con scuole estere parte integrante e qualificante dell’Offerta Formativa e momento significativo di conoscenza, di comunicazione e di socializzazione.

2. All’inizio dell’anno scolastico, il Consiglio di Classe dei soli docenti progetta – in coerenza con la programmazione didattica collegiale – una doppia possibilità di Viaggio di istruzione, privilegiando mete finalizzate alla conoscenza della propria Regione e del territorio nazionale. Sarà successivamente compito del Consiglio di classe con tutte le componenti e, poi, del Collegio dei docenti deliberare su un’unica e definitiva meta.

3. Il Viaggio, programmato e approvato dal Consiglio di classe e dal Collegio dei docenti, rientra a pieno titolo nel Piano dell’Offerta Formativa della scuola.

4. Il Consiglio di classe, prima di esprimere il parere sui relativi progetti, li esamina verificandone la coerenza con le attività previste dalla programmazione collegiale e l’effettiva possibilità di svolgimento. Nell’ipotesi di valutazione positiva, ne indica gli accompagnatori.

5. Se il Viaggio interessa un’unica classe, sono necessari 2 accompagnatori; se più classi, 1 accompagnatore ogni 15 alunni; 1 accompagnatore ogni uno/due alunni in situazione di handicap, secondo le occorrenze. Nel designare gli accompagnatori, il Consiglio di classe provvederà a indicare sempre un accompagnatore in più per subentro, in caso di imprevisto. E’ auspicabile che tutti gli accompagnatori siano scelti all’interno del Consiglio.

6. Le finalità dei progetti di Viaggio saranno diversificate secondo le classi:

  • le classi Prime usciranno nel mese di ottobre, per un’intera giornata, nei modi e con le finalità fissate dal piano di Accoglienza;
  • le classi Seconde e Terze avranno come finalità la conoscenza del territorio e dell’ambiente della propria Regione e dell’Italia;
  • le classi Quarte e Quinte avranno come finalità la conoscenza dell’Italia o anche di altri Paesi europei.

7. I Viaggi di tutte le rimanenti classi – salvo eccezione didattica, motivata – si effettueranno all’interno periodo 14 – 24 aprile.

8. La proposta di Viaggio deve essere approvata dal Consiglio di classe almeno 4 mesi prima della data di partenza, salvo casi eccezionali, per dare modo al Collegio dei docenti e al Consiglio di Istituto di approvarla a loro volta e alla Commissione Viaggi di predisporne l’organizzazione.

9. Si auspica sempre la totale partecipazione della classe. Nessun alunno dovrà essere escluso dal viaggio per ragioni di carattere economico. Il limite numerico dei partecipanti, al di sotto del quale non verrà concessa l’autorizzazione, è pari al 70% degli alunni frequentanti la classe.

10. Per rendere accessibile a ogni studente – di una scuola che è pubblica – la possibilità educativa e formativa del Viaggio di istruzione, la quota di partecipazione non dovrà in nessun caso superare i 350 euro per le mete in territorio nazionale e i 480 euro per le mete all’estero.

11. Il Collegio dei docenti individua al proprio interno, all’inizio dell’anno scolastico, i docenti componenti la Commissione dei Viaggi didattici della scuola.

12. Per ogni Viaggio deve essere individuato un docente referente.

13. Il docente referente, dopo l’approvazione del Consiglio di classe, presenta alla Commissione Viaggi gli appositi moduli correttamente compilati e sottoscritti almeno 3 mesi prima del viaggio per dare modo alla Giunta Esecutiva e al Consiglio di Istituto di scegliere e approvare i preventivi di spesa.

14. Il Consiglio di Istituto può provvedere, su richiesta scritta e motivata, a un contributo, con il massimo del 50% di due quote di partecipazione per gruppo classe.

15. Gli alunni dovranno versare la quota prevista entro e non oltre il 10°giorno prima della partenza.

16. Non è consentita la gestione extra-bilancio dei Viaggi, pertanto le quote di partecipazione dovranno essere versate sul c/c postale n.60671005, intestato a “Liceo scientifico statale A.Avogadro” dalle singole famiglie o dal docente referente o da un genitore incaricato.

17. I docenti accompagnatori dovranno portare con sé un modello per la denuncia di infortunio e l’elenco dei numeri telefonici della scuola, compreso il numero del fax.

18. Al rientro, i docenti accompagnatori devono compilare il modello per l’indennità di missione, consegnarlo in segreteria amministrativa (allegare le eventuali ricevute nominative dei pasti consumati per i quali si ha diritto a rimborso) e relazionare, con una sintetica memoria scritta, al Consiglio di classe e al Consiglio di Istituto.

19. Eventuali deroghe al presente Regolamento devono essere autorizzate dal Consiglio di Istituto.

20. Il Viaggio di istruzione costituisce una vera e propria attività complementare della scuola; vigono, quindi, le stesse norme che regolano le attività didattiche.

Per ogni viaggio vanno predisposti e compilati i seguenti modelli:

  • Nomina degli accompagnatori
  • Dichiarazione di partecipazione degli alunni minorenni
  • Tabella per l’indennità di missione

(Delibera n. 141 del Consiglio di Istituto del 16 marzo 2006 e succ. mod.)